Shaving away unnecessary assumptions


L'energia delle fluttuazioni è l'unico elemento che il vuoto contiene.

E' energia vitale, forse l'origine dell'universo.

Ed esiste nel vuoto.

Il tutto, insomma, risiede nel niente.

Noi, quanto ne siamo lontani?

Siamo nell'oltretroppo.

Satolli.

Movimenti, cambiamenti, informazioni, accessi, contatti, obiettivi, possibilità.

Una libertà pagata a caro prezzo.

Stati confusionali, nevrosi, bulimia.

 

Queste tre ricerche, parallele, seguono il mio percorso di sereno svuotamento. 

​Shaving away.

Cerco il vuoto nella natura immensa ed  incontaminata, nel deserto.

Nella nebbia che copre, mangia e fa sparire tutto ciò che non sia il nostro semplice pensiero.

Nella storia, lontana ma non silente, che mi porta dove anche l'essenziale era un lusso per ricchi. 

Desert

Past1/Bodie

Fog1/Nebbia

Past2/Nevada

Desert 3_Black Rock Desert_Nevada

Desert 2_Arizona

Past3/Berlin

Shaving away unnecessary assumptions


The energy of fluctuations is the only thing the emptiness contains.

That's vital energy. 

Possibly, the origin of the Universe.

And it exists in the emptiness. 

Everything, in sum, lies in nothing.

How far are we from the emptiness?

We live in the way-too-much.

Glutted.

Movements, changes, information, access, contacts, aims and opportunities.

Freedom comes at a dear price.

States of confusion, neurosis, bulimia.


A research following three main threads (Past, Nebbia, and Desert) trails my serene lightening. 

Shaving away.

I am seeking for the emptiness in the immense and pristine nature. In the desert.

In the midst of the fog that blankets, swallows and conceals all which is not our simple thought.

In the past, distant but not silent, that brings me where even the essential was a godsend.